Superbonus 110% Guida completa e pratica

Il Superbonus 110% è un argomento ormai sulla bocca di tutti, ma sono moltissimi i punti interrogativi su questo tema. Molti si stanno domandando se le stufe a pellet e le termostufe a pellet accedano agli incentivi del Superbonus 110%: attraverso la nuova definizione normativa introdotta dal decreto legislativo 48/2020, questi apparecchi sono considerati “impianti di riscaldamento” e perciò possono sfruttare il superbonus. Tuttavia, sarà necessario ci sia un salto di almeno due classi energetiche dell’edificio dopo gli interventi. In questo articolo cercheremo di spiegare con chiarezza cos’è il Superbonus 110%, chi può usufruirne e da quando.

Cos’è il Superbonus 110%?

Il Superbonus 110% è una detrazione discale del 110%, il che significa che la quota della quale è possibile richiedere la detrazione è superiore alla spesa sostenuta. Lo scopo messo in chiaro è duplice:

  • quello di fornire un incentivo incredibile all’efficientamento energetico degli edifici a scopo di residenza;
  • dare un aiuto economico concreto in un periodo economicamente difficile come quello post Covid19.

In particolare la normativa fa riferimento alle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, con probabile estensione del periodo di tempo da un anno e mezzo a due anni.

La modalità principale con cui è possibile beneficiare del Superbonus 110% è quella di riportare nelle dichiarazioni dei redditi dei cinque anni successivi all’intervento in questione il 110% suddiviso in quote annuali di pari importo.

A chi è rivolto il Superbonus 110%?

Il Superbonus 110% è rivolto a:

  • Istituti autonomi case popolari.
  • Persone fisiche su singole unità immobiliari.
  • Cooperative di abitazione.
  • Associazioni, società sportive e organizzazioni senza scopo di lucro.

Gli edifici residenziali che NON rientrano nel superbonus 110% sono le abitazioni di tipo signorile(A/1), ville(A/8) e castelli o palazzi di pregio artistico o storico (A/9).

Come ottenere il Superbonus 110%?

Riguardo i generatori a biomassa il Superbonus 110% si applica a due tipi di intervento:

  • Interventi trainanti.
  • Interventi trainati.

Andiamo con ordine e spieghiamo di cosa si tratta.

Gli interventi trinanti raggruppano:

  • Isolamento termico dell’involucro dell’edificio negli edifici unifamiliari, nelle unità immobiliari all’interno di edifici plirifamiliari e nei condomini.
  • Sostituzione dell’impianto di riscaldamento invernale presente nei condomini con un impianto centralizzato dotato di:
  1. caldaia a gas a condensazione classe A
  2. o pompa di calore
  3. o sistema ibrido
  4. o sistema geotermico
  5. o microgeneratore
  6. o collettori solari
  7. o (per i comuni in zone di montagna) allaccio a teleriscaldamento.
  • Cambio dell’impianto di riscaldamento invernale per edifici unifamiliari o nelle unità immobiliari presenti in edifici plurifamiliari con un impianto di riscaldamento dotato di:
  1. caldaia a gas a condensazione classe A
  2. o pompa di calore
  3. o sistema ibrido
  4. o sistema geotermico
  5. o microgeneratore
  6. o collettori solari
  7. caldaie a biomassa (5 stelle)
  8. o (per i comuni in zone di montagna) allaccio a teleriscaldamento.

Quando un generatore a biomasse è considerato trainante oppure trainato?

Viene considerato trainante il generatore a biomassa (pellet, legna, cippato) che sia esclusivamente una caldaia e vada a sostituire un qualunque altro impianto di riscaldamento presente nell’edificio. Attenzione però, il generatore a biomassa deve essere necessariamente:

  • certificato 5 stelle, come lo sono le caldaie Green Puros,
  • installato in un’area non metanizzata e in un’unità unifamiliare.

Viene considerato trainato il generatore di biomassa che sia caldaia o apparecchio domestico che venga a sostituire un altro generatore a biomassa, purché il nuovo generatore sia certificato 4 stelle, qualora invece non sostituisca l’impianto biomassa deve essere certificato 5 stelle.

Condizioni del Superbonus 110%

Interventi trainati e trainanti devono permettere il miglioramento dell’edificio almeno di due classi energetiche. Solamente nel caso in cui l’edificio sia una classe energetica A3 prima dei lavori sarà accettato un miglioramento di un’unica classe energetica (A4).

Superbonus 110, come funziona la cessione del credito d’imposta?

L’Abi, Associazione bancaria italiana, ha fatto il punto della situazione sul credito d’imposta e il Superbonus 110%. Per chiarire cosa sia la cessione del credito d’imposta e come funzioni ha postato sul proprio sito una infografica (che potete trovare qui). Con l’attivazione della piattaforma apposita online dell’Agenzia delle Entrate, infatti, è ora possibile avvalersi del credito d’imposta chiedendo il trasferimento alla banca per l’ottenimento della liquidità immediata.

Uno degli aspetti principali del Superbonus 110%, infatti, è rappresentata proprio dal poter scegliere fra cessione di credito di imposta o sconto in fattura anziché la detrazione in cinque anni delle spese sostenute. Secondo quanto previsto dal Decreto Rilancio, le banche possono favorire la realizzazione degli interventi agevolati dal bonus fiscale anticipandone l’importo e finanziando i lavori anche a chi al momento non ha la disponibilità necessaria.

Caldaie a 5 stelle Green Puros

Le caldaie Green Puros sono assolutamente a 5 stelle, quindi perfette per chi intende usufruire del Superbonus 110%. Con caldaia a 5 stelle si intende una tipologia di caldaia a condensazione con rendimento superiore alle caldaie 4 stelle, il massimo riconosciuto in base al D.P.R. 15 novembre 1996, n.660. Le caldaie vengono infatti catalogate in 4 livelli di rendimento con diverse efficienze, dove il livello 1 è il più basso e il 4 il più alto. Le caldaie a 5 stelle superano di gran lunga il rendimento delle comuni caldaie a 4 stelle con conseguenti basse emissioni di Nox (ossidi di azoto). I vantaggi di una caldaia a 5 stelle Green Puros? Basse emissioni di inquinanti e capacità di risparmio notevole per l’acquirente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*